L'arte, la Poesia e la Pittura dell'artista Andreoli Manuela

Vai ai contenuti

Menu principale:

“Arte tra filosofia, poesia e spiritualità” 

di Alberto Moioli
Mi capita spesso di dire che il mio privilegio è quello di ascoltare e raccontare le storie e le sensazioni che mi sono trasmesse dagli artisti. È un privilegio vero perché in quanto artisti hanno una visione del mondo sempre molto interessante e originale. Ci sono personaggi che vivono nell’oscurità e si cibano del loro pessimismo creando opere particolarmente vibranti, a volte addirittura inquietanti, ci sono artisti che invece a modo loro inseguono la bellezza ricercandola dentro se stessi e creando una serie di opere particolarmente intense e gradevoli al tempo stesso, appartiene a questa affascinante sfera Manuela Andreoli.
Artista dalla sensibilità straordinaria, colta e appassionata, Manuela ricerca nell’arte una dimensione che non è fuori da sé stessa come fosse una ricerca d’evasione dal mondo reale ma è, al contrario, una ricerca che parte prima dalla sua anima e, filtrata adeguatamente dalla sua sensibilità, emerge nel suo straordinario percorso creativo. Le tematiche delle sue opere sono suddivise in “corpo, mente e spirito”, un segnale che già è una forte chiave di lettura dell’artista.
Una triade molto significativa che appartiene al mondo fisico, psichico e spirituale, un approccio al mondo dell’arte particolarmente impegnativo e interessante che Manuela affronta con grande stile e raffinatezza. L’alchimia che rende straordinarie le opere dell’artista è resa speciale dall’approccio poetico di tutto il percorso creativo, una riflessione che riesce a trasmettere, all’osservatore attento, una straordinaria sensazione di benessere, forse grazie a quella triade che è alla base delle scienze mediche orientali.
Corpo, mente e spirito sono dunque parte integrante di ogni opera di Manuela Andreoli, un sottile trait d’union che collega le figurazioni del “corpo” con le astrazioni dello “spirito” consentendo alla magia del colore di stimolare riflessioni che ondeggiano tra poesia, filosofia e spiritualità.
Smuovere all’osservatore tutte queste profonde sensazioni è una capacità artistica che appartiene sono a poche eccellenze, Manuela è una di queste.
L’incontro con l’artista è stato un autentico valore aggiunto alla mia analisi perché la riflessione sulle opere , con la loro intensità vibrante e il ritmo vitale che emerge in ogni campitura, non è nient’altro che lo specchio dell’anima dell’autrice che riesce a conquistare il pubblico e la critica più esigente proprio con le stesse caratteristiche espressive.
Tutto ciò si traduce nella straordinaria forza espressiva della libertà di pensiero, della poesia che aleggia nel suo cuore e nella bellezza che l’unione tra corpo, anima e mente rincorre ogni attimo della sua vita, pur nelle mille e più domande che sorgono a chi, come Manuela, è particolarmente riflessiva e sensibile.
La passione che anima la ricerca di un nuovo codice del linguaggio espressivo di Manuela abita il mondo delle emozioni e della poesia.
Dopo aver scritto molto, ed essermi lasciato trascinare nelle opere dell’artista, resto in attesa delle prossime creazioni, pronto a farmi nuovamente e piacevolmente coinvolgere.
Dentro di me resta solo il dubbio che le poche parole di Manuela scritte a seguire forse sarebbero bastate per raccontare la straordinarietà della donna e dell’artista.
“Vivo sognando, ma cercando di non perdere di vista la realtà che mi permette di colorare la mia vita. “ (Manuela Andreoli 29 luglio 2016)
A cura di Alberto Moioli (9 Agosto 2016)


Torna ai contenuti | Torna al menu